love storage

Call me maybe, Carly Rae Jepsen

2 anni e mezzo, Brescia

 

  • Il libretto Cardio Check
    Una delle prime volte che uscivamo insieme da soli, andiamo a una festa in un paese vicino e incontriamo una sua amica che faceva la volontaria per la Croce Rossa e ci invita a fare un prelievo.
    Valori perfetti, solo i battiti un po’ accelerati. “Sei agitato?” mi ha chiesto con un sorrisetto. Una prima uscita decisamente stravagante ma stranamente romantica.
  • Un fumetto vintage
    Seconda domenica del mese, il mercatino del modernariato per me è un appuntamento fisso.
    Una volta ci porto anche lui alla ricerca di un oggetto che possa piacere a entrambi, che ci accomuni; la scelta ricade su questo, perché entrambi da bambini ne possedevamo una copia e il pomeriggio trascorre fra racconti e aneddoti d’infanzia.
  • L’etichetta dell’orchidea
    La bella stagione che arriva. Il suo turno di volontariato è saltato e per una volta riusciamo a organizzarci. Ha preso lui l’iniziativa stavolta e mi ha portato in un vivaio specializzato in orchidee, la mia passione. Uno splendido pomeriggio, tutto perfetto. Troppo, quasi strano. La giornata infatti si conclude in una lite colossale, l’ennesima, per “un ‘mi piace’ di troppo” di un amico comune.
  • Il souvenir a forma di scarabeo
    Il mare, il sole, la spiaggia. Un viaggio intrapreso con la speranza, purtroppo mal riposta, che la lontananza da casa cancelli una volta per tutte la necessità di presentarci agli altri come “amici”. Un’afosissima notte senza che io riesca a chiudere occhio e un’epiphany degna di Dubliners, che si rivela fondamentale per la mia vita
  • Polaroid varie
    La macchina fotografica Polaroid: forse il regalo più azzeccato che mi abbia mai fatto. Di foto assieme ne abbiamo scattate tante, tante anche con gli amici, mai una in cui fossimo mano per la mano. Queste sono tra le poche che mi sono rimaste.
  • Qualcosa in più
    Ho imparato tanto, anche su me stesso, ma soprattutto ho capito che il voler cambiare troppe cose della persona con cui stai non è mai positivo: è un campanello d’allarme da non sottovalutare.
  • Cosa vorresti dirgli?
    Ero troppo stanco di essere presentato come un amico. Non eravamo amici.
  • Valuta il tuo partner: 3/5
  • Soundtrack:
Be the first to comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *