3 anni 11 mesi 24 giorni

Gli uomini celesti, Lucio Battisti

1 anno, 11 mesi, 24 giorni, Verona – Venezia

 

  • Cartina di Venezia
    Maledetto labirinto di calli e canali! Da fuorisede ho passato i primi mesi a perdermici costantemente.
    Al mio ennesimo ritardo hai reagito regalandomi un giorno questa cartina: un gesto banale ma che io ho trovato stupendo.
    Ripensandoci bene, è stato proprio quello il momento in cui ho iniziato a guardarti con occhi diversi.
  • Profumo Chanel “Ègoïste”
    Questo profumo me l’hai regalato per il mio primo compleanno fuori casa. L’ho trovata una scelta azzardata: cambiare profumo significa un po’ cambiare anche pelle…e forse mentalmente io stavo ancora in quella dei miei anni alla triennale, a Verona. Col senno di poi, avrei potuto capire che il nome del profumo ti rappresentava alla perfezione…anch’io avrei dovuto essere un po’ più Égoïste!
  • Carte da gioco con animali
    Quanto mi piacevano le serate passate in tranquillità da me, sul divano a guardare un film, o per terra a giocare come gli stupidi con le carte Animal Predator, le tue preferite, ti ricordavano i pomeriggi alle medie.
    Sono la prima cosa che ho buttato! Due però le ho volute tenere e in queste rivedo noi: tu la vedova nera, che seduce e divora, io l’allocco, per la figura che sento di aver fatto.
  • Puntine da disegno
    Ricordo come se fosse ieri quando siamo andati dal ferramenta a comprare queste puntine…quanto abbiamo riso quel pomeriggio.
    Ah!! ci tengo a farti sapere che con alcune di queste ho infilzato una piccola bambola voodoo che ti somiglia non poco! Sentito per caso dolore da qualche parte ultimamente?
  • Candela a forma di 2
    Questa candela l’avevo presa per quando avremmo festeggiato il nostro secondo anniversario, di lì a pochi giorni. La sera stessa mi hai mandato un messaggio dicendomi che avevi bisogno di vedermi. Ci siamo incontrati per parlare, ma come sempre già avevi scelto tu per entrambi. La terra m’è crollata sotto i piedi…non ho avuto il coraggio di dire nemmeno una parola.
  • Qualcosa in più
    Apro la mia scatola su consiglio di un’amica che mi ha fatto scoprire questo sito. “Sarà terapeutico, vedrai!”, dice. Ironia della sorte, riguardandoci dentro, noto quanti segnali sull’epilogo della nostra storia il destino mi avesse inviato. Non posso far altro che riderci su e buttarmi questa storia alle spalle!
  • Cosa vorresti dirle?
    Penso di essere davvero pronto ad andare avanti. Sono stati mesi difficili, nei quali ho sofferto come un cane. Ti ho amata, ti ho rimpianta, ti ho odiata, ma ora non meriti più nessuno dei miei sentimenti. Buona vita!
  • Valuta il tuo partner: 2/5
  • Soundtrack:
Be the first to comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *