Le luci della città, Coez

Poco più di un anno, Latina – Berlino

  • Noce di cocco
    Era il posacenere che avevo in cameretta. Non saprei dire quante sigarette ci abbiamo spento dentro, tra le ore di chiacchiere, di riflessioni, di pensieri e di film visti nell’anno che abbiamo passato insieme. La mia camera era il nostro rifugio sicuro, lì dentro abbiamo passato i momenti più belli della nostra storia, serate che non mi dimenticherò mai. Ci bastavamo, non avevamo bisogno di altro.
  • Calamite sushi
    Una vera e propria ossessione, la sua. Tutti gli appuntamenti dei primi mesi sono state tappe obbligate alla scoperta di tutti i ristoranti di sushi All you can eat del basso Lazio alla ricerca del suo preferito, dove abbiamo festeggiato i sei mesi. Per l’occasione mi ha regalato una lavagnetta magnetica con queste calamite, con le quali tenevo tutti i bigliettini che mi lasciava in camera.
  • Orologio
    Il suo regalo per l’unico compleanno che abbiamo passato insieme. La storia è che non ero mai puntuale ai nostri appuntamenti, quindi me l’aveva regolato cinque minuti in anticipo rispetto all’ora “ufficiale”, senza dirmelo. Purtroppo non ha comunque sortito l’effetto desiderato, ma per un anno non me lo sono mai tolto di dosso.
  • Il campioncino di Nivea
    Quell’estate faceva caldissimo. Era un giorno libero per entrambi e avevamo deciso di andare al mare. Lei aveva comprato una rivista da portarsi e dentro c’era questo. Avevo deciso di usare la crema “per abbronzarmi”. Mi sono addormentato al sole e mi sono ustionato. Io continuavo a togliere strati di pelle, lei ha riso di questa storia per giorni.
  • Qualcosa in più
    Ci siamo lasciati perché io sono andato sei mesi Berlino per il dottorato e lei non sopportava la distanza. Troppe paranoie, troppe discussioni. Abbiamo preferito non rovinare tutto il bello che c’era stato e lasciarci con un illusorio: “quando tornerai vedremo”. Io ho trovato lavoro qui, ma fantastico di tornare, un giorno, e ritrovarla lì, che mi aspetta davanti al nostro ristorante giapponese.
  • Cosa vorresti dirle?
    Ti voglio bene.
  • Valuta il tuo partner: 5/5
  • Soundtrack:
Be the first to comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *