Thank you for your love, Anthony and the Johnsons

7 anni, Milano, Roma e altre città

 

  • Il vasetto TRISTEZZA
    Ispirata da una video installazione vista a Madrid, ho iniziato a raccogliere le lacrime dei momenti di tristezza. Non mi hai mai fatto sentire a casa nella tua casa, che non è mai diventata nostra. Non hai mai apprezzato i miei sforzi nell’adattarmi a una città che non sentivo mia e che tu non mi hai mai aiutato a conoscere.
  • Il vasetto GIOIA
    A un certo punto hai iniziato a trattarmi in modo così assurdo che spesso nel raccontare le situazioni tragicomiche quotidiane iniziavo a ridere così tanto che mi scendevano le lacrime. Gioia forse non è il nome corretto, ma così l’ho denominato, magari un giorno non ricorderò più tante cose e penserò che sono state vere lacrime di gioia.
  • Una rosa
    Potrebbe essere una delle rose del giardino della casa dove abbiamo vissuto insieme. Il giardino che mi piaceva guardare dalla finestra mentre lavavo i piatti e pensavo “quando me ne andrò di qui?”.
  • Tupperware
    La verità è che i ricordi di questa storia sono stati quasi tutti buttati via e iniziano anche a sparire dalla mia mente. Non esiste un vero tupperware ma ho pensato potesse essere una buona metafora: un contenitore semplice, che mantiene delle cose per un po’ di tempo, poi si svuota e si riempie di nuovo con qualcos’altro.
  • La macchina fotografica
    Quella con cui ho scattato questa foto. Decisamente il regalo migliore che tu mi abbia fatto e l’unico che io abbia apprezzato. È stato anche l’ultimo prima che io uscissi di casa con tutta la mia roba. Ma non ci ho mai ripensato!
  • Qualcosa in più
    Pensavo che la differenza di età non avesse importanza. Invece adesso capisco che sì, un valore ce l’ha. Io ho perso sette anni della mia giovinezza, tu invece te ne sei appropriato dopo aver vissuto la tua. Con il passare del tempo dimenticherò tante cose, ma non dimenticherò mai tutte le lettere che ti ho scritto, soprattutto l’ultima che tu hai letto coscientemente dopo un mese.
  • Cosa vorresti dirgli?

  • Valuta il tuo partner: 2/5
  • Soundtrack:
Be the first to comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *